“Il lockdown non ha limitato il nostro lavoro per garantire a tutti, operatori e clienti, di poter ricominciare in sicurezza un regolare e continuo servizio per ogni attività economica del territorio.Dietro di noi ci sono numerose famiglie coinvolte che attendono di poter lavorare nel pieno rispetto di ogni diritto! Seppur con non poche difficoltà e nonostante la  totale confusione istituzionale, abbiamo sviluppato un programma operativo che pone al centro dell’attenzione la macchina organizzativa e preventiva, mirata ad evitare fenomeni di assembramento e ad ottenere efficienza nelle risorse produttive. Abbiamo allineato il protocollo sottoscritto con le associazioni di categoria al decreto firmato dal Presidente del Consiglio dei Ministri, a quanto previsto dal comitato tecnico scientifico ed ad ogni indicazione pervenutaci da ogni ente ad ogni livello, sperando di non incombere in sanzioni e sospensioni di attività e per questo massimo sarà il livello di prevenzione gestionale. A tal proposito abbiamo sviluppato una piattaforma digitale che raggruppa le varie attività del Consorzio per macro categorie e per servizi garantiti, offrendo la possibilità di prenotare il servizio o il bene di consumo e fruirne attraverso le varie modalità previste. L’obiettivo della scelta è di ambire ad un target di qualità piuttosto che di quantità, che ci consenta di tornare ad essere locomotiva turistica della nostra Regione. Etica ed ambiente sono prerogative fondamentali  del nostro programma che le contempla come asset centrale ed in tal senso stiamo sviluppando le nostre aspettative. Necessarie sono le infrastrutture ed i servizi primari, quali ad esempio la realizzazione della via verde, i collegamenti con l’aeroporto regionale, il potenziamento dei punti di accesso in generale alla città ed in particolare del servizio ferroviario, nonché la previsione di collegamenti turistici portuali ecc…. così come essenziali sono gli interventi per il decoro urbano e per questo chiediamo collaborazione e destinazione di risorse economiche per lo sviluppo e la riqualificazione perché centrale deve essere l’attenzione su Vasto Marina non solo durante la breve stagionalità. Vasto Marina rappresenta il volano dell’economia territoriale locale, considerata l’alta concentrazione di strutture turistiche oltre che residenziali e commerciali nonché assistenziali. Si potrebbe pensare di lavorare pienamente 12 mesi l’anno oltre a viverci dignitosamente, incentivando lo sviluppo e la crescita del tessuto artigianale nonché commerciale che da sempre rappresentano categorie trainanti della nostra economia composta principalmente di piccole e micro imprese. Le novità previste nel programma dell’ imminente stagione riguardano la possibilità di prenotare servizi escursionistici che prevedono la visita nel porto archeologico sommerso e la passeggiata sotto le stelle nell’area dunale Sic con guida specializzata; servizi di noleggio bike e monopattini elettrici; corsi di formazione ; tour esperienziali locali che coinvolgano ovviamente le attività del nostro territorio, e tante altre iniziative che troverete direttamente sul posto. Occorre evitare confusione ed eventi che generino assembramento, ed il metodo di lavoro delle nostre attività consorziate consisterà principalmente in servizi al tavolo o sotto l’ombrellone. Abbiamo pensato a proposte culinarie, tradizionali e non, accompagnate da gradevoli  sottofondi musicali ed arte.  Occorre approfittare del momento per cambiare in positivo e farci portavoce di esso sostenendoci per fare “rete” e vincere la partita. Invitiamo tutti a rispettare le norme certi che insieme possiamo ripartire e tornare a dar vita alla nostra città.”
Simone Iacovitti – Gruppo Comunicazione – Consorzio Vivere Vastomarina

Fonte: https://www.vastoweb.com/