Quarantasette indirizzi abruzzesi in guida, sette new entry e la Stella di Caprice di Fabrizio Camplone (Pescara) unico locale in Abruzzo che per almeno dieci anni consecutivi ha conquistato Tre Tazzine & Tre Chicchi, pari a “locale eccellente” e “caffè eccellente” nel codice linguistico della guida Bar d’Italia 2020 del Gambero Rosso.

Il bar italiano vissuto da sempre come la piazza di ritrovo, l’agorà, simbolo di quotidiana creatività imprenditoriale, luogo di contaminazioni culturali e presidio dell’arte italiana dell’accoglienza, il racconto di una storia unica e tanto ammirata all’estero “che nulla ha da invidiare al mondo dell’alta ristorazione”, hanno ribadito vertici e curatori del Gambero Rosso durante la spettacolare presentazione all’Excelsior hotel Gallia.

Un fenomeno culturale, il bar italiano, in evidente evoluzione nel pianeta food grazie alla nuova consapevolezza di piccole e medie imprese virtuose, una comunità in grado di raccogliere la sfida della minaccia ambientale con impegno etico e scelte improntate alla sostenibilità.

Servizio plastic free, attenzione alla stagionalità, al territorio, all’artigianalità, saper tenere insieme bello buono e sano, in buona sostanza, la filosofia del “bar del futuro”. Queste le indicazioni ribadite dai promotori della guida del Gambero Rosso.

Importante riconoscimento anche per 4 bar di Vasto e San Salvo che sono stati inseriti nella guida Gambero Rosso:

  1. Panetteria Raspa – San Salvo
  2. Vanity Cafè – San Salvo
  3. Pannamore – Vasto
  4. Pasticceria Prestige da Lino Vasto.

Fonti: http://www.noixvoi24.it  – https://www.virtuquotidiane.it/